Month: maggio 2011

griglia

Barbecue tra amici

Grigliata, barbacue, chiamala come vuoi. Ma è sempre un’ottima scusa per rivedersi tra amici. Se poi la vita ti fa grande, gli amici tanti e vari, trovare un perché per riunirli fa sempre bene all’umore. Non so se sto diventando vecchia, ma sento sempre più il bisogno di circondarmi degli amici, di apprezzarli tutti ognuno per le sue peculiarità. Siano essi blogger, come A Bagnomaria, Cuoca a tempo perso, Verdecardamomo, CucinaSMS, Nathalie di Spacedlaw, Tecnoetica o Manzotin, siano essi amici “solo” reali, tutti sono benvenuti in quel giardino magico in cui io e la Cavia ci rifugiamo quando si può. E li apprezzo anche attraverso il cibo. Ma dato che forse sto diventando vecchia :), sento anche l’allegra stanchezza di domenica sulle spalle. Ecco allora che mi accomiato velocemente da te, per oggi, con solo il menù del barbecue.  Per le ricette ti lascio quell’attimo di suspence, che verrà svelato man mano i prossimi giorni.

pitars vigneti

Alle scoperta delle Cantine Pitars

Vedere dove si produce il vino è importante, scoprire chi si cela dietro un’etichetta ancora di più. Ho così accettato entusiasticamente la disponibilità di Valentino Florean di fare un giro nella Cantina Pitars di San Martino al Tagliamento. Per ringraziare la moglie, Annamaria anima di Valvasonerasmo, mi son portata dietro un po’ di famiglia e alcune amiche, tra cui una blogger di tutto rispetto come Sara R.   Mentre il calmo invadeva la pianura pordenone le coraggiose si sono avviate alla cantina. Subito siam rimaste stupite dalla struttura che richiamava un castello, ma un castello particolare.   Valentino ci ha introdotto alla visita andando per gradi. E’ partito dalla storia non tanto dell’azienda quanto della famiglia Pittaro, che vanta in terra friulana ben due aziende. Una a Rivolto a due passi dalla base delle Frecce Tricolori e una a San Martino al Tagliamento. Il sangue che scorre è lo stesso, ma i percorsi intrapresi distinti.   Le Cantine Pitars sono attive dal 1968. La struttura attuale è una costruzione recente, fatta seguendo un approccio di biocompatibilità dove predomina il …

italian word wide gourmet

World Wide Italian Gourmet al Coworking Udine

Per chi si trova in zona Udine oggi, venerdì 27 maggio 2011, c’è la presentazione del World Wide Italian Gourmet, iniziativa di Profila Export e COVECO. Si inizia alle ore 15:00, presso la Sala Multiseum del Centro Commerciale Città Fiera a Torreano di Martignacco (UD). L’evento è gratuito e organizzato dal Coworking di Udine. Pur stando a Roma sono molto curiosa su cosa sia e come funziona questo World Wide Italian Gourmet. Intanto, …

cantine aperte aperitivo gente

Cantine aperte versione aperitivo

Ci sono eventi che vanno toccati con mani. Dopo aver lasciato carta bianca al Movimento Turistico del Vino per raccontare le incipienti Cantine Aperte 2011, ho voluto testare con mano l’evento. Così la scorsa settimana in quel di Udine ho partecipato attivamente all’aperitivo di presentazione di Cantine Aperte. Appena arrivata nella libreria che ospitava l’aperitivo ho scorto al banco degli imputati 🙂 Elena del Movimento Turistico del Vino, poi di spalle ho scorto l’altra blogger locale, Sara Rocutto, e dopo poco è apparso alle spalle il giovane scrittore Davide Nonino. Della folta schiera dei geek-pedalatori si è visto poi @ildan. Altre presenze di non minore rilievo la mia dolce sorellina e Laura. In Friuli si fanno le cose per bene. Ecco allora che prima di buttarsi sui calici c’è stata una gradevole presentazione di alcune aziende. Ognuna si è presentato, ha rilevato lo spirito che la anima e ha parlato degli eventi con cui animerà la sua Cantine Aperte. Principe di Porcia, Ferrin, i distillati Bepi Tosolini, Parovel con l’olio del Carso: ecco con chi si …

ribes

La calma dei 35 anni

Oggi blog in fase di riposo. Ieri si è festeggiato e oggi voglio godermi la giornata cogliendo i colori dell’avanzata primavera. Intendi bene, primavera avanzata non mia, ma metereologica 🙂 C’è voglia di semplicità, come dei ribes dell’orto dei genitori. Li sogno semplici: raccolti, lavati al volo nella fontana esterna e mescolati con un cucchiaino di zucchero.