Friuli
comments 10

Il Friuli scoperto nel 2010

Come? Non sai che quest’anno ho un po’ insistito con le mie radici, il Friuli Venezia Giulia, i suoi cibi, alcuni dei suoi produttori? E allora, mettiti comodo. Eccoti un sunto che ti permetterà di cliccare per scoprire un po’ di più.

Tutto cominciò da una filastrocca, quella del Gneurut che ha animato il mondo 2.0 a più riprese. Partendo dal canto di mia nonna, salutata e ricordata in maniera inaspettata, mi sono calata nel mondo friulano animata da ricordi e domande.

Ma ben presto la discussione si è spostata sul cibo e sulle tradizioni culinarie quali il Frico ed il Montasio. Passando anche per il Prosciutto di San Daniele e fermardosi un attimo a parlar di polenta. La tanto amata polenta dei polentoni come me 🙂 che spesso sono conosciuti anche come bevitori di vino. E così …

Ad un tratto un salto in Friuli a salutare i cari con sosta piacevole a Ramandolo. Luogo da scoprire anche attraverso il vino.

Per un’amica, è stato anche scritto un post per farti scoprire Udine in un giorno, intenso e goloso.

E dal Friuli giungono alcune delle farine che uso, direttamente dal Mulino di Godia di Udine. Ma ci sono tanti piccoli mulini da censire con l’aiuto di tutti.

E poi fu…fu scoperta di Gianni Cosetti, il cuoco di Carnia, il suo mondo e le sue ricette. Fino al boom di Cjalsòns 2010, che ha coinvolto 52 bloggers.

Ricette usate per un aperitivo friulano in quel di Roma. Pète cun las cartùfulesFritae cul Montasio son nomi e ricette da scoprire assieme alla torta di pere e noci.

Essendo ancora in clima festaiolo sono ancora validissimi i suggerimenti di regali golosi friulani, come i cesti del Parco Alimentare di San Daniele, dei Presidi del Friuli Slow Food, dei Pitars e altri raccontati su Scatti di Gusto (dove si parla anche birra, brovada e muset e tanto altro).

E perchè non concludere o iniziare l’anno facendo la Gubana o la Putizza, dopotutto la sfida Gubana vs. Putizza è in corso.

Un grazie speciale ai friulani e giulani che hanno sopportato allegramente questa friulana trapiantata a Roma:

Anna, Gabriella Cosetti ed Annalisia Bonfiglioli che si son fatte vive online oltre che compagne di un tè tolmezzino
Davide di Parole Appiccicate
Laura, la mia spia sul territorio
Elena, Sara, Serena quelle scapestrate di là dall’aghe
AnnaMaria sempre di là dal Tagliamento
Anna Maria di Cividale, la mia miniera di saperi
Casca a fagiolo
Nonna Sole

Arianna e la Pasticerria Cavallo di Udine, di cui scriverò prestissimo
Marta di Il Friuli
Carolina di Casale Cjanor
Carnia.La

… E si faccia avanti chi ho dimenticato, senza paura

Mandi e al 2011 !

10 Comments

  1. Mi faccio un pò di pubblicità ma, trattandosi di Friuli, sono ampiamente IT 🙂

    Dopo il successo ottenuto al recente Salone del Gusto di Torino, Gaspare Buscemi, vinificatore artigiano friulano, terrà a Roma uno straordinario laboratorio dove viaggeremo nella storia del suo vino attraverso il confronto di etichette nuove e vecchie perché, come afferma lo stesso Buscemi, «quando il vino è cultura, il tempo è la misura della qualità».

    La degustazione avverrà presso il Ristorante “Antica Osteria l’Incannucciata” in Via della Giustiniana 5 Roma, inizio ore 20:30.

    In degustazione:
    Alture Bianco 2009 Vs. Riserva Massima 1987
    Alture rosso 2009 Vs. Riserva Massima 1988
    Perle d’uva 2008 Vs. RiBolla 1987

    e inoltre:

    Esperienze del 1986
    Esperienze del 1987
    Esperienze del 1988
    Esperienze del 2009 Bianco e Rosso in assoluta assenza di solforosa aggiunta

    Durante l’incontro verranno offerti finger food creati dallo chef Dino De Bellis

    Costo della serata: 20€ Soci Slow Food (25€ non soci)
    Info e prenotazioni: info@percorsidivino.com

    Grazie!!

  2. rossdibi says

    @Andrea Ben fatto. Prenoterò per due al volo…proprio al volo, dato che tornerò la sera prima a Roma da Munich 🙂

  3. Pingback: Tweets that mention Il Friuli scoperto nel 2010 -- Topsy.com

  4. Carissima, ci sono tante cose che ci siamo persi e come hai suggerito tu, ci metteremo comodi e andremo a leggerci a ritroso i vari post!
    Un abbraccio e tanti auguri per un felice 2011!
    Sabrina&Luca

  5. rossdibi says

    @Sabrina&Luca Il più bel regalo sarebbe che vi arrivasse il pacco di libri…mannaggia.

  6. grazie a te Ros. Incontrarti dal vivo con cavia annessa (hihi…) è stato un piacere… guarda che ci siamo segnati che il prossima anno si viene a Roma eheh 😉 Complimenti per il bellissimo percorso friulano che hai iniziato quest’anno!! Come sai apprezzatissimo 😉

    @andrea: sulle pubblicità inserite nei commenti… ecco, da blogger io non apprezzo mai… ma magari si potrebbe farle diventare sociali… ovvero all’autore del blog o a chi commenta etc si può applicare uno sconto per la serata 😉 Così da creare un piccolo effetto virale, ricompensare la ros che lascia il commento pubblico e attirare dei curiosi.

  7. @davide: onestamente era una cosa che Ros già sapeva e l’intento era solo quello di far conoscere, a chi ama il Friuli, che c’è un evento Slow Food dedicato alla Regione. Nè io nè l’associazione abbiamo bisogno di pubblicità 🙂

  8. rossdibi says

    Attento @andrea che @davide è uno che col web è molto serio 🙂
    Vorrà dire che quando verrà a Roma gli farò uno sconto sulla cena da me 8)

  9. Grazie a te e tanti auguri di un felice anno nuovo!!
    Quando vieni in Friuli spero tanto d’incontrarti!!!

  10. Grazie per i ringraziamenti. Con l’anno nuovo mi propongo di dare anche più contributo al blog, per esempio andando a estrarre dalla mia lunga tesi tutto il materiale che ho sui mulini friulani, purtroppo cartaceo, aimè. Tocca armarsi di uno scanner funzionante. Un consiglio a tutti, visitateli i mulini, più che potete, molti di quelli abbandonati sono così mal messi che da un anno all’altro svaniscono, e purtroppo se ne perde totalmente memoria…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *