Eventi, Secondi
comments 3

Fesa di tacchino e domande

Quando si ha un blog costa fatica non poterlo seguire anche solo per pochi giorni.
Dato che mi tocca andare a Modena per lavoro ho pensato di cercare di conoscervi e conoscerti meglio durante la mia assenza. Come?
Con un questionario per capire come voi e tu vedete e vivete, casomai, il blog.
Insomma sei pronto a dire quello che pensi?

Clicca qui per andare andare al questionario.
Per ringraziarti subito del tempo perso a rispondere al questionario ti lascio una semplice ricetta per un pasto casalingo, ma per questo non meno importante. Forse la conosci già, io ricordo quella che mi faceva mia madre e che ora, per questioni geografiche, farò solo a mia sorella.

FESA DI TACCHINO AL LATTE

50 gr di burro
fesa di tacchino da 500 gr più o meno
5 cucchiai di latte
Far sciogliere il burro in una pentola capace di contenere comodamente la fesa di tacchino. Mica vuoi lasciar scomodo il fu tacchino? 🙂
Porre nella pentola il tacchino e farlo rosolare sui vari lati. Dopo un alcuni minuti aggiungere il latte.
Far cuocere per 35 minuti tenendo coperta la pentola. La fiamma deve essere medio-bassa.
Poi scoprire e lasciar cuocere per qualche altro minuto ad fiamma alta.
La Cavia è rimasta deliziata da tale piatto. Magie della cucina o dell’autunno?
Infine un grazie a Simonetta e Vale Terribile e Laura per aver testato il questionario.

3 Comments

  1. Pingback: Fesa di tacchino, latte, ginepro, mandorle « Ma che ti sei mangiato…

  2. Pingback: i migliori blog di cucina » Blog Archive » Fesa di tacchino, latte, ginepro, mandorle

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *