Costine di maiale al forno

by rossdibi il 30 luglio 2009

Post image for Costine di maiale al forno
Un caldissimo luglio forse non è il momento ideale per le costine di maiale.
Ma passare per Ariccia senza cedere alla tentazione della carne è difficile. Almeno siamo stati in grado di non buttarci sulla polpetta. La Cavia si è accontentata di alcune semplici costine di maiale.
Inoltre, la Cavia ha insistito per mangiarle con l’Astraio, di cui vi ho parlato pochi giorni fa. Io ero timorosa, dato che l’Astraio è un vino destinato in primis al pesce. Ma alla fine bisogna pur far contento chi ti permette di cucinare per lui. Che grande uomo la Cavia !
Assecondati i capricci, ho pensato ai miei di capricci. Niente costine cotte in pentola, cosa già fatta lo scorso autunno. I risultati furono ottimi ma volevo qualcosa di diverso.
Ecco allora le :
COSTINE DI MAIALE AL FORNO con contorno di verdure
Costine di maiale
2 patate (spellate dalla Cavia, rigorosamente quelle)
Olive nere (le ultime rimaste)
1/3 di zucchina (rimasta nel frigo)
Poca cipolla rossa
Sale
Pepe
Cumino
Rosmarino fresco
Olio extra vergine d’oliva
Tritare la cipolla rossa. Tagliare a rondelle spesse la zucchina. Lasciare le olive intere.
Sulla pirofila ho distribuito dell’olio, la cipolla, la zucchina e le patate. Poi sopra le costine di maiale e le olive. Ho insaporito con sale, pepe, cumino e rosmarino.
Ho versato altro olio.
Ho cotto in forno già caldo a 190° per circa mezzora.
Ottime le costine e veramente gradevole anche il vino, Astraio. Sarà indicato per il pesce, ma non so perché con la carne l’ho gradito anche di più. Forse per via della temperatura lievemente inferiore (a Roma). Al secondo tasting ho notato di più il carattere del vino. Durante la prima bevuta ho notato di più l’eccezionale abbinamento col pesce, la sua capacità di fondersi con esso. Con le costine di maiale, ho invece notato il vino.
Da autodidatta del vino non conosco i termini esatti per esprimere tutto questo. Di sicuro è un vino che consiglierò …ed anche cercherò nelle enoteche.
Ringrazio ancora Francesco Zonin per il vino Astraio realizzato nella tenuta di Rocca di Montemassi in Maremma.
Per vedere la cena a base di pesce fatta il giorno prima per lo stesso vino andate qua
Seguiranno a breve istruzioni per un sorbetto casalingo alla pesca e all’Astraio. Attendere per credere :)
Be Sociable, Share!

{ 3 commenti… leggili qua sotto o aggiungine uno }

Lascia un commento

Post precedente:

Post successivo: