Month: febbraio 2009

Russian Tea Room a Roma

E’ il mio rifugio preferito. Uno dei miei luoghi prediletti dove incontrare le amiche per fare quattro chiacchiere senza tempo. Non so se è merito dei tè o dell’atmosfera, ma credo che sia per entrambi i fattori. Sto parlando della sala da tè russa che c’è a Roma. Prima si trovava vicino la fontana delle tartarughe, poi scomparve. Che tristezza! Però poi l’ho ritrovata, sempre in centro a Roma. Stavolta però vicino a Piazza Navona. Ora si trova in via dei Leutari, una traversa di Corso Vittorio Emanuele. L’orario? Posso solo dirvi che chiude alle 20 e che è aperta la domenica, ma non il lunedì. Ovviamente trovate una discreta varietà di tè russi, dai nomi molto evocativi quali “Il giardino dei ciliegi” o “Anastasia”. Però vi è anche un’ottima scelta di dolci tutti rigorosamente fatti in casa. Ci sono anche i blinis, dolci o salati, che vengono preparati al momento, spesso davanti i vostri occhi. Se non volete spendere per una fetta di dolce, vi consiglio comunque i biscotti (da 1 euro ciascuno) che …

Torno

Scusate la lunga assenza dovuta al Twestival e all’influenza. Durante una settimana tra letto e tv, ho proprio voglia di aver voglia di cucinare. Devono solo tornare le energie, ma ho comunque degli arretrati interessanti da presentarvi. Portare paziente.

Di corsa il lunedì : polenta e finocchi

Se vi capita di arrivare tardi e stanchi a casa ma volete comunque cucinare qualcosa di speciale per far capire a chi vi aspetta che se anche eravate via per lavoro lo avete pensato, una soluzione rapida è mischiare in modo nuovo i resti del frigo. Dopo due giorni fuori Roma e dopo il risotto di speck e finocchi , il mio frigo urlava una cosa sola: “Finisci i finocchi”. Allora son partita dai finocchi e dalla memoria di una ricetta pescata tempo fa online che li faceva al forno aggiungendoci del prosciutto. Niente prosciutto. Il frigo ha però urlato ancora dicendo: “Lo vogliamo finire il Ciauscolo?! “. Dicasi Ciauscolo un salame fresco e morbido che suppongo essere del Centro Italia, dato che io non l’avevo mai sentito in Friuli. E poi? Solo verdure per cena? No, certo che no. Si è allora messo in mezzo Rushdie…sì quello dei Versetti satanici. Sul treno di ritorno verso Roma leggendo il suo ultimo libro, The Enchantress of Florence, ecco che all’improvviso spunta nella pagine, incredibilmente citata, la …

Un cena con pizza provenzale e pere

A volte è difficile anche per noi trovare degli amici che vengano a cena…soprattutto di sabato. Dopo uno splendido weekend a Berlino, non ci andava proprio passare il sabato successivo davanti la tv. Abbiamo fatto di tutto sabato per non starcene in due a casa, ma alla fine dopo aver visitato il Museo Pigorini ed un salto alla Russian Tea Room romana ecco il divano ad aspettarci. Allora mi son tirata su le maniche e ho fatto un semplice menù per due diverso dal solito ************************************ PIATTO UNICO Pissaladiere DOLCE Pere alla Porto ************************************ Andando con ordine devo ringraziare il Mondo di Adrenalina per la ricetta della Pissalandiere Comida de Mama per l’idea delle pere cotte e “alcolizzate”. Ed ecco le ricette con le mie dosi. PISSALADIERE 3 cucchiai di olio d’oliva 2 cipolle rosse cipolle affettate 3 pomodori tagliati a spicchi sale e pepe nero macinato 1 rotolo di pasta brisè (se non avete voglia di farvela da voi) 10 acciughe sott’olio, tagliate a metà 10 olive nere snocciolate e tagliate a metà Scaldate …

Un risotto con lo speck

Cucinare i finocchi non è un’impresa facile. Non tanto per la complessità intrinseca della verdura, quanto piuttosto per l’accettabilità di mangiare una cosa che si chiama “finocchio” da parte degli uomini. Sapevo che mia madre cucinava i finocchi a mio padre senza menzionare il nome della verdura. Ma trovarmi la Cavia di fronte che faceva una faccia scusa mi ha colto impreparata. Meno male che gli ho potuto dire che li aveva già mangiati sia in insalata che in un risotto. Sennò me ne starei ancora in cucina a chiedermi che farmene dei finocchi comprati al mercato. E pensare che io mi ero molto impegnata ad accogliere il suo suggerimento di usare lo speck regalatomi dalla sempre cara Elena di Trieste, la mia fornitrice ufficiale di peperoncini. Ed ecco qua il tanto gradito alla fine RISOTTO CON SPECK E FINOCCHI Ingredienti per 2 persone affamate 250 gr di riso Mezzo finocchi 100 gr di speck tagliato a dadini 1 scalogno Vino bianco Brodo di verdure 60 gr di Parmigiano grattugiato Olio d’oliva Tagliare il finocchio …