Month: aprile 2008

Carciofi

Per la prima volta ho usato i carciofi in cucina ed un’eccellente risultato, secondo me e secondo ovviamente la Cavia. Dopo una serata romantica al ristorante, tal Osteria del Pegno a Roma, sono stata in grado di fare una pasta carciofi e prosciutto all’altezza di quella dell’Osteria. Solo un po’ diversa nel sapore e un po’ più leggera. Meno male, quello era anche il mio obiettivo. E quando la Cavia, senza nessuna interferenza nel mezzo, fa un commento che accoglie in pieno i miei desideri è magnifico. La ricetta è tratta da Sale & Pepe di Aprile 2008, quindi rientra perfettamente nel Club Sale & Pepe . Ecco le mie dosi: PASTA CARCIOFI E PROSCIUTTO Ingredienti per 2 persone per un piatto semi-unico 250 gr di pasta corta 2 carciofi da Campo dei Fiori J 50 gr prosciutto di Parma affettato 2 cucchiai di parmigiano reggiano grattugiato 1 tuorli (ma anche 2 secondo la rivista) Sale Pepe il succo di 1 limone Olio extra vergine di oliva 1 spicchio d’aglio Pulire i carciofi eliminando le …

Taste & Create & La Recette Du Jour

A new month, a new partner for Taste & Create Event . I was astonished when in a very short time after the communication of the partner I saw the entry of La Recette Du Jour on “my” leek risotto . And a few day afterwards a new entry on Le Tagliatelle al buffone . Very embarrassed by all her efforts, I spend last Saturday morning in doing La Recette Du Jour “Lemon Amaretti Cream Pots” . Just after breakfast I did the lemon curd always following La Recette’s recipe. And before lunch I prepared pots. “La Cavia”, alias Paolo, really appreciated that dessert. The dessert survived just 12 hours. Here my doses (in red): LEMOND CURD 4 large untreated lemons – 3 bio lemons 4 eggs – 3 eggs 225 g caster sugar – 175 gr sugar 100g butter – 75 g butter Finely grate the lemon rind into a heatproof bowl. Squeeze the lemons. Beat the eggs, add the lemon juice to them, and strain them into the bowl with the zest. Add …

Dipendenza da semifreddo

Una mia collega è allibita per l’intensità dell’amore che lega la Cavia al Semifreddo al cioccolato bianco. Lo vide gettarsi sul semifreddo con un cucchiaio più volte durante un mio passato compleanno. “Mi giravo e lui di nuovo mangiava altro semifreddo”. Si potrebbe classificare, credo, quale un caso patologico: dipendenza reiterata per il semifreddo. Meno male che da persona oculata io faccia il semifreddo raramente. La ricetta è semplicissima e veloce. Tra l’altro fu selezionata proprio dalla Cavia dal libro Cioccolato. Non crediate che abbia letto la ricetta, è la foto ad aver fatto la sua parte. SEMIFREDDO AL CIOCCOLATO BIANCO 5 cucchiai di zucchero 7 cucchiaia di acqua 300 gr cioccolato bianco 300 ml di panna da montare 3 uova Scaldare l’acqua e lo zucchero, portare ad ebollizione per un paio di minuti fino ad avere uno sciroppo. spegnere il fuoco. Unire e far sciogliere la cioccolata tagliata a dadini. mescolare. lasciar intiepidire ed aggiungere i tuorli. mescolare e far raffreddare. Montare la panna e separatamente i bianchi a neve ben ferma unire al …

Un risotto classico e travolgente

Mi è difficile dire qualcosa di questo piatto. Mi è piaciuto così tanto che in una settimana ho già fatto il bis. La Cavia lo ha gradito talmente che l’ha richiesto una seconda volta. E’ un risotto che ho sentito nominare spesso, ma che fino alla scorsa settimana non conoscevo di persona. Era un pomeriggio non particolarmente caldo quando vagando nel web in certa di un’idea per la cena trovai questo il risotto alle pere e gorgonzola . Mi ricordavo di averlo proposto alla Cavia un paio di anni fa, ma all’epoca ero alle prime armi ed i suoi gusti dovevano ancora allernarsi. Bando alle ciance. Un ottimo piatto parla da solo. Tra l’altro c’è Veronica di La Recette du Jour che aspetta di conoscere la ricetta. E’ la mia partner di aprile in Taste & Create , lei ha già provato il mio risotto ai porri . Ora tocca a me scegliere qualcosa dal suo ricco blog. RISOTTO PERE E GORGONZOLA Ingredienti per un piatto unico per Cavia e cuoca 200 gr di riso …

Venere e pane

Una cena con un’amica che fa Cavia e non si tira indietro è sempre un evento gradito. Tra l’altro del buon cibo è sempre un ottimo viatico a chiacchiere a go-go e discorsi esistenziali confortanti.  Da tempo io e la mia amica Concy (l’avete già conosciuta qui  e qua e quo ) avevo individuato il riso Venere come un oggetto dei nostri desideri. Lei l’aveva già assaggiato mentre per me era una novità assoluta. Appena ho saputo che aveva del riso Venere a casa a sua disposizione ho cercato la ricetta e ne ho trovata una semplice su Giallo Zafferano . Leggete bene la scheda: è afrodisiaco. Poveri Giovanni e Paolo soli soletti rispettiviamente a suonare e a perdere la partita. Noi siamo uscite col primo che capitava…Vero Concy?       Mentre dopo avere conosciuto di persona Un Cuore Una Frattaglia  e dopo la sua illuminante frase “…il pane fatto in casa dura di più ed è più buona…”nella mia testa, da economista e statistica e un po’ di corsa tra lavoro e piaceri della …