Eventi, Menu
comments 4

Cena per i colleghi – seconda parte

PLUM CAKE SALATO OLIVE E POMODORINI

4 uova intere
200 gr di farina
1 bustina di lievito istantaneo per torte salate/pizze
200 gr di olive verdi snocciolate (o nere)
200 gr di pomodorini datterini
6 cucchiai d’olio d’oliva, sale e origano

Rompete le uova in una ciotola e unitevi l’olio, il sale e abbondante origano. Unite la farina alla quale avrete mescolato il lievito in polvere. Mescolate bene e unite infine i pomodorini interi e le olive intere.
Versate in uno stampo da plumcake (30 cm) oleato.
Cuocere nel forno preriscaldato a 170° per 30′ circa. Infilzate il cake con la lama di un coltellino : se esce asciutta, il cake è pronto; altrimenti, prolungate la cottura per qualche minuto. Sformate il cake per farlo raffreddare.

Questa ricetta, qua sotto, piace a tutti ed è buonissimo. Tanto che ne ho fatti due: uno per la festa ed uno per il pranzo di sabato.

STRUDEL SALATO

strudel-salato.jpg

Un rotolo di pasta sfoglia
1-1.5 etto di speck
200 gr di Asiago
1-2 mela verde
Pepe
Rosso d’uovo
Semi di papavero (facoltativi, stavolta non li ho messi)
Sulla pasta sfoglia fare uno strato di speck, poi mettere i dadini di asiago ed infine la mela a fettine. Aggiungere il pepe nero.Arrotolare e spennellare la superficie con l’uovo. Distribuire sopra i semi di papavero.In forno a 200-250 gr per 20-30 minuti.

Ho sempre chiamato queste verdure così per timore di offendere gli estimatori della vera caponata. Ma venerdì alla cena una siciliana mi è detto che è la caponata. Ora sono più in pace con me stessa. Sebbene nella mia ricetta non si frigge niente, date limitazioni in tal senso poste alla mia dieta. La ricetta originale era su La Cucina Moderna, ma poi man mano l’ho adeguata alle esigenze del frigo e si è arricchita di zucchine e carote.

VERDURE IN AGRODOLCE caponata.jpg

100 gr di olive nere (ne avevo solo di verdi) tagliate a lamelle
4 pomodori (solo la polpa)1 scalogno
2 costole di sedano tagliate a tocchetti
1 cucchiaio di capperi
2 cucchiai di aceto
Olio extravergine d’oliva
2 cucchiai di zucchero (o più)
2 melanzane o zucchine a cubetti
2 carote a cubetti

Far saltare lo scalogno, poi le carote e e melanzane/zucchine in poco olio. Unire il sedano, la polpa dei pomodori, le olive, i capperi e lo zucchero. Salare, pepare e bagnare con acqua. Aggiungere gli ingredienti gradatamente e cuocere a lungo. Unire durante la cottura l’aceto, sale, pepe, zucchero ad occhio.Si può fare anche tranquillamente il giorno prima.Finisce sempre alle feste finora fatte.

Infine, per l’Anne Torte leggete qua

I resti della cena son stati apprezzati anche dalla mia amica rimasta a casa causa caviglia slogata. Per il pranzo di sabato ha avuto pane al mais con patè di olive e pasta (forse troppa, lo ammetto, ma col riso mi sgrida sempre perché non abbondo) con il patè di pomodori secchi e una fetta di Anne Torte. Ma che buona che sono!

Se volete riprodurre la cena, il piano di battaglia è stato:
martedì: tritare la cioccolato
mercoledì: Anne Torte + Pane al mais + corso all’Auditorium della Musica per sentire Tim Burton
giovedì: plumcake salato + verdure in agrodolce + 2 plum cake salati + burro al curry + patè di pomodori secchi + strabordo a casa della cavia + burro fichi-Porto
venerdì: patè di olive e mandorle + orzotto sul momento.

In compenso nel weekend potete godervi Roma.

roma-night.jpg

4 Comments

  1. Pingback: Happy Birthday “Cavia” – primi e secondi « Ma che ti sei mangiato…

  2. Pingback: I menù del 2008 « Ma che ti sei mangiato…

  3. Pingback: Buon compleanno Cavia 2009 – Menu « Ma che ti sei mangiato…

  4. Pingback: i migliori blog di cucina » Blog Archive » Voga Girls Menu

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *